Come faccio per...

Ci sono innumerevoli siti in Internet che offrono un vero patrimonio di informazioni per chi ha degli arti diversi dalla norma. Navigando si trova di tutto, dai gruppi di supporto per genitori e famiglie, a banche dati con elenchi di sindromi, a distributori di aggeggi che possono rendere la vita più facile.

Negli articoli che pubblicheremo in questa sezione presenteremo qualcuno di questi gadget, e anche i siti che ci sembrano particolarmente utili.

(fonte: Giornalino di Raggiungere, edizione Autunno 2001, Laura Ferrara)

Dal sito http://elmi-reha.com/it/thomashilfen.htm un'idea carina per pulire i piatti con una mano sola.

 

Ecco due penne molto particolari, in vendita sul sito web http://elmi-reha.com/it/thomashilfen.htm.

Entrambe sembrano pensate per chi ha poca mobilità e forza nella mano.
.

 

(tratto dal giornalino di Raggiungere, autunno 2001, e rielaborato. Autore originale: Laura Ferrara)

I gadget non sono stati testati da Raggiungere. Non garantiamo il loro funzionamento!

 

Coltello ULU Coltello ULU - Tratto dal sito www.dynamic-living.comDi origine esquimese, questo coltello si può reperire sia via Internet che al supermercato! E’ una specie di mezzaluna piccola, che si tiene con una mano e che permette di tagliare il cibo tranquillamente. Non consigliabilissimo per i bambini piccoli, ma funziona veramente.(http://product/ulu-knife/#clear)

 

Coltello a dondolo – questo coltello ha la punta….a dondolo! Un po’ allungata e curvata in su, permette di tagliare il cibo dondolando il coltello. Questo coltello si mischia facilmente con le posate di tutti i giorni, assomiglia ad un coltello di acciaio normalissimo e può essere usato anche da piccole mani che imparano. (http://www.dynamic-living.com/product/solid-rocker-knife/#clear)

Kork - il coltello-forchetta. Questa forchetta ha un lato affilato come un coltello, per permettere, a chi ha una mano sola, di tagliare e portare alla bocca il cibo (un esempio è disponibile nel sito: http://www.dynamic-living.com/product/knorks-knife-and-fork-utensils/#name_photoBox, ma conosco un babbo che l'ha "creato" per il figlio, affilando lui stesso una forchetta).

Coltello regolabile E’ dotato di un aggancio particolare che permette di tagliare usando una o entrambe le mani. Il gancio è regolabile, in modo da poter tenere il coltello in molti modi alternativi che ben si adattano alla particolare funzionalità delle mani dell’utente. Impugnatura in gomma termoplastica e acetato, lama in acciaio inossidabile (immagine tratta dal sito http://www.salutebuy.com/it/prodotto.php?id=338)

 

Ammetto che non sia il gadget più utile dell'universo, ma quando l'ho visto me ne sono innamorata e l'ho acquistato.

Funziona così, si incastra una mela nella punta (in corrispondenza dei tre spunzoni che si intravedono a destra) e si gira la manovella. La mela viene contemporaneamente affettata e sbucciata. Certo, un pò di bucce rimangono, ma le mie figlie adorano l'effetto "a organino" che assume la mela alla fine dell'opera.

(foto tratta dal sito http://jolanda.filastrocche.it/tag/sbucciamele/)

Ne esiste un'altra versione, utilizzata da Sandro, e in vendita anche on-line.

(foto tratta dal sito http://www.arredatutto.it)

L'ultima novità è un mouse che si può indossare come un guanto, e che sembra riesca a combattere l'affaticamento e il rischio di tunnel carpale.

Ulterioni infomazioni su http://www.theairmouse.com/

Tecniche di battitura con una sola mano

Il sistema Dvorak (concepito nel 1936 da August Dvorak, un professore di statistica presso l’Università di Washington) grazie ad un particolare congegno ed al suo posizionamento, permette alle dita più robuste di svolgere la maggior quantità di lavoro. Fu inventato per prevenire il disagio RSI ad entrambe le mani ed è stato poi adattato per l’utilizzo anche con la sola mano destra o mano sinistra. Maggiori informazioni al sito http://dvorak.mwbrooks.com/

Altrettanto interessante il sito www.aboutonehandtyping.com dove vengono suggeriti particolari posture della mano sulla tastiera QWERTY.

Se invece il problema riguarda una persona che era già in grado di utilizzare con disinvoltura una tastiera nel momento in cui ha accidentalmente perso l’uso di un arto superiore, particolarmente adatta risulta essere la tastiera “half-QWERTY” (metà tastiera tradizionale). Si tratta di un particolare software grazie al quale la tastiera viene divisa in due parti uguali; in questo caso, la barra spaziatrice funge come chiave che permette di accedere alle lettere dell’altra metà della tastiera mancante. L’apprendimento di questa tecnica è più rapido di quanto non si possa immaginare.

Strumenti particolari

Se un solo arto è disponibile per la battitura, particolarmente adatta potrebbe risultare la  tastiera Maltron che, grazie alla particolare posizione dei tasti, permette di individuare facilmente le lettere riducendo al minimo lo sforzo per la mano.

Tastiera Maltron per Mancini

Esistono infine altre tastiere particolari come la CyKey di Bellaire Electronics come pure la tastiera BAT Chord della KCS. Esse contribuiscono a loro volta a ridurre al minimo lo stress delle dita permettendo loro di agire solo su alcuni tasti che, premuti in particolari combinazioni, generano facilmente serie di parole.

L’uso del computer senza alcun utilizzo degli arti superiori

(da rivedere!!!!!!!!!!!!)

Un PC può essere utilizzato anche senza l’impiego di arti superiori. Ogni funzione può essere svolta in questo caso dai piedi che agiscono su una speciale tastiera con tasti di maggiore dimensione. Un’ulteriore alternativa consiste nell’usare una tastiera emulata sullo schermo grazie alla quale possono essere trascritti testi o idee usando un piccolo congegno attivato da un “mouth puffer”. Informazioni disponibili presso Ability Net.

Il mouse “rovesciato”

Un ulteriore strumento di massima utilità è il mouse “rovesciato”. Si tratta per l’appunto di un mouse che anziché avere la rotellina posizionata nella parte sottostante dispone di una grossa rotella di gomma situata nella parte superiore. Essa può essere manovrata da un palmo, da un braccio ma anche da un piede.

Da non trascurare alcuni adattamenti anche per il mouse tradizionale (in Windows, cliccare nel pannello di controllo). Ad esempio può essere variato il livello di accelerazione; si può anche scegliere di effettuare movimenti solo in verticale ed in orizzontale o combinare i comandi per il solo uso della mano sinistra.

Consigli utili

Ci sono molti modi per migliorare le proprie prestazioni diminuendo il disagio nell’utilizzo di un PC, senza minimamente cambiare il proprio hardware.

Il sistema di riconoscimento vocale, ad esempio, è ora un’opzione molto realistica: il tempo e la pratica permettono di raggiungere velocità di battitura pari a quelle di una buona dattilografa. Tale sistema ha fatto enormi progressi nel corso di questi ultimi anni ed è oggi in grado di recepire i diversi accenti regionali con relativa facilità.

Altri sistemi agevolano la scrittura in modo “preordinato”. Basta infatti digitare solo le prime lettere di una parola affinché il software possa illustrare una possibilità di scelta tra varie parole che iniziano con quelle lettere. Il computer a sua volta “impara” dall’utente costituendo un database delle parole usate più di frequente ed offrendole come prima scelta nella lista dei vocaboli “preordinati”. All’utente non resta che scegliere una delle parole indicate: per parole di una certa lunghezza ciò significa grande risparmio di tempo e fatica.

Semplice e gratuito

Particolarmente utile può risultare l’utilizzo di “macro”, prevista dalla maggior parte dei processori, grazie alle quali si ha la possibilità di “immagazzinare” blocchi di testo con sensibile risparmio di tempo. Inoltre, sia i sistemi Apple Mac che Windows dispongono di utili software addizionali e gratuiti. Mediante le “sticky keys” si potranno utilizzare le chiavi di modifica che faciliteranno notevolmente il lavoro interagendo con i tasti Shift, Ctrl, Alt (seguire le istruzioni).

Molte sono dunque le opzioni disponibili.

Nulla va lasciato di intentato con il proprio computer.

Per maggiori informazioni potete contattare la nostra Associazione o collegarvi direttamente ad uno di questi siti:

Libera traduzione e sintesi ad opera di Claudio Pirola dell’articolo “We have the technology!” tratto dalla rivista “Within Reach” – Summer 2001 no. 78.