Come faccio per...

Ci sono innumerevoli siti in Internet che offrono un vero patrimonio di informazioni per chi ha degli arti diversi dalla norma. Navigando si trova di tutto, dai gruppi di supporto per genitori e famiglie, a banche dati con elenchi di sindromi, a distributori di aggeggi che possono rendere la vita più facile.

Negli articoli che pubblicheremo in questa sezione presenteremo qualcuno di questi gadget, e anche i siti che ci sembrano particolarmente utili.

(fonte: Giornalino di Raggiungere, edizione Autunno 2001, Laura Ferrara)

EasyEM ha creato una speciale linea di abbigliamento, pensata per semplificare la vita quotidiana a chiunque si trovi nella condizione di limitato utilizzo degli arti superiori.

Immagine tratta dal sito www.easyemisfero.com

Ideatrice del progetto è Monica, madre di una bambina affetta da paresi celebrale infantile, che ha cercato una soluzione che permettesse a sua figlia di indossare gli abiti con facilità.
Monica ha deciso di mettere a disposizione di altri la propria idea, creando felpe, gilet, giubbotti facili da mettere, da chiudere, da gestire e da togliere, in piena autonomia con l'utilizzo di una sola mano.

Immagine tratta dal sito www.easyemisfero.com

Attualmente i prodotti EasyEM sono acquistabili on line, sul sito www.easyemisfero.com, anche se l'azienda sta aprendo nuovi canali di vendita.

Accedendo al sito tramite il banner sottostante avrete diritto ad uno sconto del 15% per tutto il 2019.

 

Questa notizia è tratta da : Quindicinale Il Melegnanese

Ettore Pace e Federico Morlacchi (immagine inviata da Francesco Pace)

Partito lo scorso settembre, quando Piscina Melegnano ha deciso di dedicare uno spazio acqua e creare una squadra di giovani diversamente abili, nelle scorse settimane il progetto ha avuto il suo primo "riscontro" agonistico.

Le nostre bimbe, durante l'assemblea che si è tenuta a Morimondo, a maggio 2016, hanno fatto la ruota! Con o senza protesi, ognuna adottando la propria strategia, hanno dimostrato che niente è impossibile alle nostre ragazze!

 

Segnaliamo questo articolo, scritto dall’allenatore della squadra “Nuova Argentia Pallacanestro” e pubblicato sul sito web della società (link: http://argentiabasket.it/match/3533/post/3563/), che commenta la partita in cui hanno affrontato il CGB Brugherio, dove gioca Matteo, socio di Raggiungere.

“(...) Nota a margine rispetto al risultato della partita è una bella storia di sport di cui noi siamo stati solamente testimoni e che riguarda un avversario, per la precisione il numero 23; numero che nella nostra mente richiama il più grande di sempre, ma in questo caso viene indossato da un altro campione. Questo giocatore ha l’handicap di non avere la mano sinistra per cause che non ci sono conosciute. Questo, però, non lo ha fermato e non ha fermato la sua passione per il basket, non si è arreso ed ha giocato contro di noi oggi come due anni fa, e oggi come due anni fa ha giocato dando un enorme contributo arrivando a segnare a referto 20 punti di fianco al suo nome. Un plauso è d’obbligo così come i complimenti, meritatissimi. Un grande esempio di come non ci si debba fare mai fermare da nulla, massimo rispetto per questo ragazzo con l’augurio di avere davvero tanta fortuna nel suo cammino!!”.

(tratto da http://toscana.comitatoparalimpico.it/)

Questa è la storia di Alessia, una bambina di otto anni, nata senza l'avambraccio sinistro e con una grande voglia di tirare con l'arco. Un desiderio che oggi è diventato realtà. Si tratta del primo caso, di un atleta così piccolo, avviato all'attività sportiva dal CIP Toscana, grazie alla segnalazione del Centro di Protesi di Vigorso di Budrio.

(immagini e testo tratti dal sito http://www.quattroruote.it)

"Space Drive" è un sistema di guida tramite joystick che può essere una soluzione ottimale per gli automobilisti affetti da gravi disabilità. Prodotto dalla tedesca Paravan, lo Space Drive consente di guidare con sicurezza un autoveicolo, anche in presenza di minime forze residue o di scarse capacità di movimento. Si tratta di un sistema di guida "drive by wire": freni, acceleratore e sterzo, infatti, possono essere comandati mediante una semplice leva, il cui movimento aziona all'istante i servomotori posizionati sui comandi di guida. Il joystick può essere sostituito con altre impugnature ergonomiche, come micro-volanti, per il sistema di sterzatura, o mini leva per acceleratore e freno. Inoltre, in caso di evoluzione della malattia, è possibile modificare l'impostazione del sistema.

Due sistemi in parallelo. Paravan garantisce sicurezza e affidabilità grazie a un sistema ridondante, che funziona in parallelo con il principale e toglie ogni dubbio sul controllo del veicolo, anche ad alta velocità. Space Drive ha ottenuto anche la certificazione da parte del TÜV tedesco e permette di guidare persino a persone prive di braccia e gambe. E fa sognare tanti automobilisti italiani disabili, anche quelli che non hanno superato la prova di guida con i sistemi di guida tradizionali, come il cerchiello al volante o la leva acceleratore-freno.

La Dal Bo Mobility di San Fior (TV), che è partner della Paravan nel nostro Paese, ha allestito un veicolo multiadattato con sistemi di guida digitale joystick Paravan destinato a scuola guida e test drive gratuiti.

Per informazioni:

Dal Bo Mobility s.a.s.
Sede Legale: Via Madonna della Salute, 13/B - 31020 San Vendemiano (TV)
Sede Operativa: Via G.Galilei,13/A - 31020 San Fior (TV)

Tel.: +39 0438 403338
Fax: +39 0438 408187
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
web: www.dalbomobility.com